BITCOIN, cosa sono e come funzionano?

COS’E?

Il bitcoin è una moneta virtuale o criptovaluta, creata nel 2009 da quello che si pensa essere un hacker, noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakatomo.

È detto moneta virtuale, poiché a differenza di una qualsiasi moneta come ad esempio l’euro, non ne esistono copie fisiche ma viene creata, distribuita e scambiata in maniera del tutto virtuale.      Il bitcoin infatti è costituito da codici, ovvero un sistema di segnali, segni o simboli convenzionalmente designati per rappresentare un’informazione.

A differenza delle monete fisiche, con il bitcoin non esiste una banca centrale, ma a fare il lavoro è la Blockchain, dove il prezzo viene determinato solamente dalla domanda e dall’offerta, e quindi dal mercato.

Inoltre non essendoci una banca centrale, non è lo stato a produrre le monete ma tutti quanti possono farlo.

Esse infatti vengono inserite nel mercato attraverso un processo detto Mining, ovvero la risoluzione attraverso i computer, di calcoli difficili.        Questi calcoli servono per approvare nuove transazioni, e una volta che sono state approvate, la persona detta “miner” che ha messo a disposizione il proprio computer per risolvere questi calcoli, riceverà in cambio un po’ di bitcoin.

Inoltre c’è da dire che se si vuole effettuare una transazione, la si potrà fare direttamente tra venditore e acquirente, senza passare per un intermediario come ad esempio una banca nel caso dell’euro.

Tutto questo avviene grazie a questa nuova tecnologia detta appunto blockchain.

BLOCKCHAIN E SICUREZZA

Nel caso del bitcoin, la blockchain è un registro pubblico distribuito dove vengono annotate tutte le transazioni. È molto sicuro poiché grazie agli elevati livelli di sicurezza che stanno alla base del suo funzionamento diventa impossibile da raggirare.

Il nome Blockchain significa letteralmente “catena di blocchi”.       

Ogni blocco contiene delle informazioni, che in questo caso sono:

  • il mittente
  • la quantità di denaro
  • il destinatario

Ogni blocco ha un codice univoco chiamato “hash”,    questo codice è    determinato proprio dalle informazioni all’interno del blocco; questo significa che se si cambiano le informazioni all’interno del proprio blocco, cambierà anche il codice.

Inoltre ogni blocco non ha solo il suo codice di hash, ma ha anche scritto quello del blocco precedente. In questo modo tutti i blocchi sono collegati fra di loro, e quindi se si modifica il codice di hash del proprio blocco, questo non corrisponderà più al codice di hash che è del blocco successivo, rendendo così impossibile da ingannare.

Per questo motivo, questa    nuova tecnologia è considerata rivoluzionaria, perché finalmente permette di avere un registro non contraffabile.

I PRO E I CONTRO

I PRO:

  • BENE LIMITATO: Caratteristica importante del bitcoin è che non se ne potranno mai creare oltre un certo numero, questo numero equivale a circa 21 milioni di copie.   

Dunque a differenza della moneta comune, non si potrà mai riscontrare l’inflazione,(la stampa di un elevato numero di monete che porta un calo del valore effettivo della moneta). Per il bitcoin invece è diverso, con quest’ultimo infatti avviene il fenomeno opposto all’inflazione ossia la deflazione. Questo avviene perché i bitcoin possono solo essere persi, in quanto, dopo che avremo finito di minare tutti i bitcoin disponibili, circa 21 milioni, non se ne potranno più generare altri. Nel momento si perde un bitcoin, non può essere più recuperato. Pertanto è in evitabile che ci sarà sempre un numero minore di bitcoin e così si avrà un valore maggiore.

  • È FRAZIONABILE IN PARTI PIÙ PICCOLE:    Altra caratteristica positiva dei bitcoin è quella che può essere frazionato in parti più piccole.    Questo può essere utile quando si vuole acquistare ad esempio 1 euro di bitcoin anche se il prezzo totale in quel momento è più grande.
  • COSTI DI TRANSAZIONE BASSI

I CONTRO:

  • POSSIBILE CROLLO DEL VALORE: da un momento all’altro i bitcoin potrebbero avere un crollo della loro quotazione. Proprio per questo si deve essere sicuri di quello che si fa prima di capitalizzare.
  • SE SI PERDONO SONO PERSI PER SEMPRE
  • TRASFERIMENTI NON SONO ISTANTANEI: non sono una moneta utilizzabile tutti i giorni, ad esempio negli acquisti quotidiani. Questo perché la blockchain impiega dai 30 minuti alle 16 ore per confermare la transazione.

Post correlati

Leave a Comment