CDN: COS’È? E COME POTREBBE ESSERTI UTILE SE HAI UN SITO WEB

CDN. Si tratta di uno strumento davvero utile per chi ha un sito web, partendo dal significato dell’acronimo.

Content Delivery Network, che tradotto sarebbe Rete di distribuzione dei contenuti.

Una CDN è una rete di server tramite cui vengono distribuiti i contenuti di un sito. Il sito di base, detto origine, viene “clonato” sulla cdn in modo da essere fruibile su tutta una serie di server in giro per il mondo. L’obbiettivo finale è velocizzare di molto i tempi di caricamento del sito, in particolare per le immagini.

Quali sono i vantaggi?

Iniziamo con un miglioramento dei tempi di caricamento. Ipotizzando un sito con server origine a Roma, un visitatore dalla Cina impiegherà molto più tempo di un visitatore dalla Francia a collegarsi; tramite la CDN invece, sia i visitatori dalla Cina che quelli dalla Francia o da qualsiasi altra parte del mondo verranno collegati al server a loro più vicino. Riducendo così sensibilmente i tempi di caricamento.

Una CDN aggiunge anche sicurezza al sito, come sistema di protezione da attacchi DDoS, (Distribuited Denial of Service, in riassunto quando più macchine inviano in continuazione richieste al server con lo scopo di farlo andare in Down. Sono molto comuni e nella maggior parte dei casi costituiscono un rischio serio per il sito, in quanto il loro scopo è rendere un server irraggiungibile per un certo lasso di tempo). Con una CDN, l’attacco verrebbe migrato stesso dall’infrastruttura in modo da proteggere il server origine e riuscire ad isolare le macchine che stanno eseguendo l’attacco.

Anche i motori di ricerca tengono conto dell’importante miglioramento nei tempi di caricamento del sito, facendoti guadagnare posizioni nell’indicizzazione.

Come scegliere una CDN

Ecco quali sono i fattori più importanti di cui tenere conto nella scelta di un CDN:

  1. La distribuzione dei server nel mondo. Una buona CDN deve obbligatoriamente essere presente in quasi tutto il mondo, in maniera più o meno omogenea.
  2. La Velocità dei server, velocità con cui la rete riesce a fruire i contenuti.
  3. Indice di UpTime, la percentuale del tempo in cui la rete è stata online. Da considerare tempi per le manutenzioni, aggiornamenti e problemi tecnici dell’host della rete.
  4. Elasticità, nel supportare i vari picchi.
  5. Assistenza e disponibilità dell’host nella risoluzione di problemi tecnici
  6. Percentuale di Contenuti consegnati, opposta alla percentuale di pacchetti che la rete non riesce a consegnare, un pò come un indice di successo della rete.

Alcune CDN da provare

Ci sono alcuni servizi con cui andare sul sicuro:

  1. Cloudflare (Senz’altro la migliore possibilità gratis)
  2. Keliweb CDN (Un’ottimo servizio, anche grazie alla capillare rete di StackPath, ad ottimo prezzo.)
  3. Jetpack plugin CDN (Dal plugin di Automattic Inc. per WordPress)
  4. Amazon CloudFront (Servizio offerto dai datacenter Amazon AWS)
  5. Google Cloud CDN (Servizio offerto dai datacenter Google Cloud)

Post correlati

Leave a Comment